Asseverare, legalizzare o giurare? Quando il traduttore entra in Tribunale: il corso

Asseverare, legalizzare o giurare? Quando il traduttore entra in Tribunale: il corso

30 Gen Asseverare, legalizzare o giurare? Quando il traduttore entra in Tribunale: il corso

In occasione dell’assemblea dei soci di TradInFo del 30 marzo 2019 a Forlì, si terrà un corso di formazione gratuita riservato ai soli soci dell’associazione.

Ricordiamo che per iscriversi a TradInFo è necessario seguire la procedura descritta sul nostro sito: tradinfo.org/diventa-socio.

Qui le info e il programma del corso.

Corso: Asseverare, legalizzare o giurare? Quando il traduttore entra in Tribunale

Quando: sabato 30 marzo 2019 dalle 10.00 alle 13.00

Numero ore totali: 3

Ore riconosciute per la formazione continua TradInFo: 3

Dove: Sala Melozzo – Piazza Melozzo, 8/10 – 47121 Forlì

LE RELATRICI

Le socie Ana María Pérez Fernández e Michela Candi, grazie alla loro esperienza di traduttrici in ambito giuridico, animeranno questa tavola rotonda illustrando vari aspetti dei servizi di traduzione al Tribunale, le trappole e i trucchi del mestiere. Inoltre indicheranno le prassi e le modalità di tali attività, mostrando dei casi reali.

IL PROGRAMMA

  1. Asseverare, legalizzare o giurare: quali distinzioni?
  2. Il traduttore giurato: chi può effettuare un’asseverazione?
  3. La prassi di asseverazione
    – dove e quando si può asseverare una traduzione?
    – quali documenti sono necessari?
    – il modulo di asseverazione: dove reperirlo
    – le marche da bollo: quali, dove e quante applicarne?
    – risposte ad altre domande comuni
  4. L’apostille, questa sconosciuta
  5. L’autenticazione della firma del cancelliere: è obbligatoria? quando è richiesta?
  6. Illustrazione di alcuni casi reali e problematiche specifiche
  7. Dibattito aperto: spazio alle esperienze personali dei soci ed eventuali domande

COSTI

Gratuito. Riservato ai soli soci TradInFo.

ISCRIZIONI

Già aperte fino al 23 marzo 2019.

MODALITÀ DI REGISTRAZIONE

Per informazioni contattare Michela Candi attraverso la mail michela.candi@gmail.com.

2 Comments
  • Annamaria Baldan
    Posted at 10:33h, 11 Febbraio Rispondi

    Davvero un argomento interessante, è sempre utile fare luce su questa materia in cui le certezze sono poche e gli ostacoli tanti!

  • Gloria Remelli
    Posted at 11:35h, 11 Febbraio Rispondi

    Se penso a tutte le volte che ci siamo confrontati tra colleghi su questi temi in mailing list… non mancherò per niente al mondo!

Post A Comment